07.22.2015

Estate a Salisburgo

Alla scoperta dell'estate austriaca, allietata da musica, vecchi caffè e romantici castelli

Le giornate lunghe e luminose, l’aria tiepida e la sensazione che tutto sia più tollerabile rendono particolarmente gradevole anche l’estate austriaca, in particolar modo a Salisburgo, la città natale di Mozart, dove ogni anno a luglio e agosto si tiene uno dei festival musicali più prestigiosi del mondo, il Salzburger Festspiele, giunto quest’anno alla sua 95esima edizione.
 
Sono giorni speciali, nei quali si ha quasi l’impressone che Mozart, Haydn e Bach tornino a vivere per illuminare il pubblico con le loro sinfonie, opere e ouverture, eseguite in alcune delle più belle sale da concerto di tutta Europa.
 
Dal 1920, l’estate salisburghese è allietata dalle migliori orchestre e dai loro direttori, che condividono il loro talento con l’intera città; quest’anno, fra le alre cose, sono in programma Le Nozze di Figaro di Mozart e il Didone ed Enea di Purcell, mentre la Boston Symphony Orchestra eseguirà opere di Strauss e Shostakovich.
 
Se tradizione e cultura sono elementi caratteristici di Salisburgo, c’è però da scoprire anche la parte più contemporanea della città, quella che si sta sviluppando grazie alle nuove generazioni di imprenditori innovatori e creativi: caffè, ristoranti e destinazioni fuori città che sanno sfruttare al meglio il patrimonio e le bellezze di Salisburgo e dintorni, nel rispetto della sua rinomata tradizione.
 
Brandnter’s Paradoxon
Tutto in questo luogo profuma di piacevole novità; il concept, l’ambiente, il cibo. L’idea che sta alla base di questo originale ristorante è fluida, non incasellabile, frutto della creatività e della passione per l’arte e per il cibo - il che lo rende un luogo idale per le giornate estive. Il menù è volutamente essenziale e poco pretenzioso, mentre gli arredi, arricchiti da sculture e dipinti, ricordano una moderna galleria d’arte ambientata all’interno di una villa austriaca tradizionale.
 
Refettorio
Lungo una delle strade più antiche della città, Linzergasse, fra antichi cimiteri e catterdrali romaniche, il Refettorio è la succursale salisburghese di un noto locale di Milano, e ripropone lo stesso spirito semplice, onesto e dunque innovativo. La cucina è a base d’ingredienti regionali e ricette casalinghe, eseguite alla perfezione. Ogni giorno si può scegliere fra un antipasto o una zuppa seguiti da un piatto a base di pasta o riso.
 
Cafe Bazar
Costruito nel 1881, questo caffè è quanto di più si avvicini al fascino stesso della città. La location parla da sé: il fiume, le montagne, il castello e la cattedrale – tutto questo si apre alla vista sedendo sul terrazzo oppure all’interno, arredato in stile tradizionale viennese. Intellettuali, artisti e scrittori del calibro di Theodor Herzel e Thomas Mann hanno ceduto nel corso del tempo allo charme di questo luogo, arricchito dal sapore inconfondibile dei suoi dolci fatti in casa, dallo strudel alla leggendaria Sacher.
 
Schloss Fuschl
Affacciato sul lago Fuschl, ad appena 25 minuti di macchina dal centro di Salisburgo, questo sontuoso hotel è la destinazione ideale per una breve fuga dalla città. L’edificio principale della struttura è un ex-castello riportato agli antichi splendori con grande rispetto della tradizione e un tocco di contemporaneità.
 
Foto di copertina: Schloss Fuschl

Author : Lea Wendenburg

SlowearTags.

Salisburgo  | Austria  | estate  | Salzburger Festspiele  |

related articles | Food & leisure |